Disco orario: come funziona

Opel Corsa

1.2 75cv

Opel Corsa Noleggio

Consegna Rapida

City car & Compact
Benzina

da 219€

al mese IVA Inclusa

36 mesi / 15000 km annui / Anticipo 4000€

PROMO EASTER

Jeep Renegade

1.5 T4 MHEV 130cv DDCT auto

Nuovi Interni

Suv
Ibrido

da 275€

al mese IVA Inclusa

24 mesi / 10000 km annui / Anticipo 5000€

PROMO EASTER

Kia Sportage

1.6 TGDI HEV STYLE 2WD AUTO

Consegna Rapida

Suv
Ibrido

da 395€

al mese IVA Inclusa

36 mesi / 30000 km annui / Anticipo 6000€

PROMO EASTER

disco orario

Il disco orario rappresenta un dispositivo essenziale per tutto ciò che riguarda il parcheggio delle vetture. Nelle città congestionate in cui viviamo non è così facile riuscire a trovare parcheggio e a orientarsi, anche per questo in molti cercano informazioni sul funzionamento del parcheggio con disco orario.

Stiamo parlando, è bene ribadirlo, di un dispositivo che in alcune zone è essenziale. Si tratta di zone ben precise, segnalate in modo opportuno, dove la sosta è permessa solo con disco orario auto. Tale strumento deve essere posizionato all’interno del parabrezza in modo ben visibile, segnalando l’inizio della sosta e aiutando ad evitare possibili sanzioni. Nei prossimi paragrafi cercheremo di capire esattamente il disco orario come funziona, visto e considerato che non è ancora stato sostituito da una applicazione mobile o da un dispositivo più moderno.

Disco orario come funziona: cosa sapere

L’inevitabile e incessante sviluppo tecnologico degli ultimi anni ha permesso di sostituire la stragrande maggioranza di oggetti fisici con strumentazioni moderne e innovative. Ciò ha semplificato sicuramente le cose agli utenti, si pensi, ad esempio, alla possibilità di pagare il parcheggio sulle strisce blu da remoto via app con il proprio smartphone. Il disco orario auto è un accessorio cartaceo, anche se ultimamente è stato diffuso anche quello elettronico, sicuramente più pratico.

Il disco orario, come già premesso, serve ad agevolare il controllo, e anche la durata, della sosta dell’auto. Da non sottovalutare, poi, come il parcheggio con disco orario sia ancora previsto dal Codice della Strada, con tanto di sanzioni previste in caso di inosservanza. Ma che cosa dice, esattamente, il codice della strada sul disco orario? L’articolo di riferimento è l’art. 157 comma 6 del Codice della Strada, secondo cui nei luoghi ove la sosta è permessa per un tempo limitato è fatto obbligo ai conducenti di segnalare, in modo chiaro, l’orario in cui la sosta è iniziata.

Disco orario auto: ecco come utilizzarlo

Per limitare la durata della sosta e favorire una certa rotazione nei parcheggi, determinate città allestiscono delle zone di parcheggio che sono disponibili unicamente per soste di un certo periodo di tempo. In questi parcheggi a tempo, possiamo chiamarli così, la sosta diventa possibile solo utilizzando un disco orario.

Con esso, infatti, si può indicare l’ora di arrivo dell’auto, controllando, nel contempo, anche la durata della sosta. Il disco orario, per essere considerato valido, deve essere conforme al modello che viene prescritto dal Codice della Strada, con tanto di dicitura “ora di arrivo” e l’indicazione di tutte le ore del giorno. Ma come è fatto, esattamente, un disco orario? Ecco le sue caratteristiche anche in base alla normativa vigente.

Disco orario: come è fatto

Il disco orario, come anticipato, è un dispositivo rettangolare, solitamente di colore blu, delle dimensioni di circa 10x12 centimetri. Sulla sua superficie frontale si trova una grande lettera "P", simbolo universale del parcheggio, posta sotto una finestrella che mostra l'orario d'arrivo. Questa piccola ma fondamentale finestrella ha il compito di segnalare l'ora esatta in cui l'automobilista ha parcheggiato la sua vettura.

L'utilizzo del disco è intuitivo: una volta parcheggiato in una zona che richiede l'esposizione del disco, l'automobilista dovrà semplicemente ruotare una rotellina interna fino a far coincidere l'orario mostrato nella finestrella con l'orario di arrivo. Una volta fatto ciò, il disco dovrà essere posizionato sul cruscotto dell'auto in modo che sia chiaramente visibile dall'esterno.

Disco orario: normative e sanzioni

Sebbene esistano diverse varianti del disco orario, è fondamentale utilizzare un modello conforme a quanto prescritto dal Codice della Strada. L'uso di dischi non conformi potrebbe infatti comportare sanzioni. Il disco orario è particolarmente utile nelle zone dove la sosta è gratuita ma limitata nel tempo. In queste aree, infatti, gli automobilisti possono parcheggiare la loro vettura solo per un periodo di tempo prestabilito, che può variare dai 30 minuti alle 2 ore. Superare questo limite potrebbe comportare una sanzione pecuniaria. È interessante notare che, in assenza del disco orario, il Codice della Strada offre la possibilità di indicare l'orario di arrivo su un semplice foglio di carta. Tuttavia, questa opzione è sconsigliata. Un foglio di carta, infatti, potrebbe facilmente spostarsi o diventare poco visibile, aumentando il rischio di sanzioni. In conclusione, possiamo dire che il disco orario è uno strumento semplice ma essenziale per gli automobilisti. La sua corretta esposizione permette di usufruire delle aree di sosta gratuite, evitando al contempo spiacevoli sanzioni.

È quindi fondamentale familiarizzare con il suo funzionamento e assicurarsi di utilizzare un modello conforme alle normative vigenti. In caso di dubbio, è sempre consigliabile consultare il Codice della Strada o rivolgersi alle autorità locali per ottenere ulteriori informazioni. Il parcheggio con disco orario non è difficile ma è importante essere consapevoli dei rischi e delle possibili sanzioni così da evitare conseguenze inaspettate. Esistono comunque diverse tipologie di disco orario, anche se le uniche legali sono quelle conformi al modello del Codice della Strada. Chi volesse avere maggiori informazioni anche sulle possibilità di noleggio a lungo termine, per non doversi preoccupare di nulla che non sia la guida, può fare riferimento alle offerte per privati e alle offerte per aziende e partita iva.

Maurizio Darpin
Scritto da:

Maurizio Darpin

Maurizio Darpin si occupa di scrittura di articoli, guide e news a tema automotive, unendo la sua curiosità e l'esperienza maturata in tanti anni.

Cosa facciamo per te

Siamo un’azienda di professionisti, esperti nel vasto settore del noleggio a lungo termine auto, per privati e per business. Sul nostro portale potrai trovare facilmente risposta alle tue esigenze di mobilità, selezionando le offerte auto migliori per prezzo e optional inclusi. Ma non finisce qui: ti aiutiamo a finalizzare per telefono la tua scelta, seguendoti in ogni fase del processo e rendendo tutto più semplice e sicuro. Se vuoi conoscerci di persona, vienici a trovare! Siamo nel centro di Torino, con il nostro primo store fisico.movenzia.com è la Digital Company del noleggio a lungo termine.