Bonus colonnine: come richiederlo, anche per privati

Fiat Panda

1.0 FireFly S&S Hybrid

Consegna Rapida

City car & Compact
Ibrido

da 196€

al mese IVA Inclusa

48 mesi / 15000 km annui / Anticipo 4000€

INCENTIVI YOYO

Jeep Avenger

1.2 Turbo Longitude

Offerta Esclusiva

Suv
Benzina

da 299€

al mese IVA Inclusa

36 mesi / 30000 km annui / Anticipo 6000€

INCENTIVI YOYO

Nissan Qashqai

1.3 MHEV 158 Business Xtronic

QASHQAI 1.3 MHEV 140 Business noleggio lungo termine

Consegna Rapida

Suv
Ibrido

da 364€

al mese IVA Inclusa

36 mesi / 10000 km annui / Anticipo 6000€

INCENTIVI YOYO

bonus colonnine

Quando si parla di bonus colonnine elettriche, si fa riferimento a un bonus introdotto nell’agosto del 2022 dal ministero dello Sviluppo Economico (MISE). Si tratta di un’iniziativa molto importante nell’ottica di promuovere la mobilità sostenibile ed è stata prorogata fino al 31 dicembre 2024. L’obiettivo era quello di facilitare l’adozione di veicoli elettrici, rendendo, nel contempo, più accessibile l’infrastruttura di ricarica necessaria.

Nei prossimi paragrafi cercheremo di capire in che consiste esattamente il bonus colonnine, analizzando nel dettaglio i tanti vantaggi collegati. Si tratta, infatti, di un incentivo che può coprire fino all’80% dei costi sostenuti per l’acquisto e per l’installazione di colonnine di ricarica, sia private che condominiali. Il bonus colonnine elettriche si rivolge a privati e condomini e prevede un rimborso immediato, cosa questa molto differente rispetto al precedente sistema di detrazione fiscale. Per quanto riguarda i limiti di rimborso del bonus colonnina elettrica, questi sono stati fissati a 1500 euro per i privati e 8000 euro per i condomini.

Bonus colonnine: come richiederlo

Il bonus colonnine elettriche privati e condomini presenta alcune differenze rispetto al passato, tra cui il rimborso immediato al posto della detrazione fiscale, pari all’80% del costo sostenuto per acquisto e installazione della colonnina. I beneficiari che possono fruire del bonus colonnine sono privati che installano impianti di ricarica per veicoli elettrici negli spazi proprietari, o condomini che utilizzano i fondi per installazione negli spazi comuni. Chi volesse richiedere il bonus colonnina elettrica può procedere in autonomia sulla piattaforma del MISE (Ministero dello Sviluppo economico), dove sarà disponibile fino ad esaurimento fondi.

Una delle condizioni per il bonus colonnine, è bene ribadirlo, è che le spese per acquisto e installazione colonnine di ricarica devono essere tutte documentate. Non solo, anche i pagamenti devono essere necessariamente effettuati con sistemi che ne consentano la tracciabilità. Il rimborso per il bonus colonnina elettrica, inoltre, avviene con bonifico su conto corrente. Il bonus colonnine elettriche privati e aziende è particolarmente apprezzato in quanto il prezzo di una ricarica varia in base alla potenza e alla tipologia dell’impianto. Altri fattori che contribuiscono sono il tipo di presa in dotazione e il luogo della stazione di ricarica. Il costo medio della ricarica è sui 24 euro, decisamente molti meno rispetto ai 100 euro circa che servono per un’auto a benzina.

Bonus colonnine elettriche: i documenti richiesti

L’accesso alla piattaforma per la richiesta del bonus colonnine elettriche è possibile solamente mediante sistema pubblico di identità digitale (SPID), carta d’identità elettronica (CIE) o carta nazionale dei servizi (CNS). Dopo aver effettuato l’accesso, chi fosse interessato può procedere a compilare il modulo elettronico in completa autonomia. Per accedere al Bonus colonnine serve presentare una serie di documenti come codice fiscale e documento d’identità del richiedente, copia delle fatture elettroniche relative all’acquisto e all’installazione dell’infrastruttura di ricarica, estratti del conto corrente da cui risultino i pagamenti collegati alle fatture elettroniche.

Inoltre, i pagamenti dei titoli di spesa oggetto di richiesta di erogazione dovranno essere effettuati mediante un conto corrente che sia intestato al soggetto beneficiario. I pagamenti in oggetto, per esser validi, dovranno essere effettuati mediante un conto corrente intestato al beneficiario o per mezzo di bonifici o carta di credito intestata al beneficiario del contributo. Per l’accesso al bonus colonnina elettrica è necessario anche esibire una relazione finale relativa all’investimento realizzato e alle spese sostenute. Altri documenti utili da presentare sono: la certificazione di conformità rilasciata da un istallatore e i dati del conto corrente su cui richiedere l’accreditamento.

Bonus colonnine elettriche privati e condomini

Quando si parla di bonus colonnine elettriche privati e condomini non sono la stessa cosa, nel secondo caso infatti servono altri documenti come il codice fiscale del condominio, gli estremi del documento d’identità dell’amministratore pro tempore (con dichiarazione di essere in possesso dei requisiti di legge), la delibera assembleare di autorizzazione dei lavori sulle parti comuni, copia delle fatture elettroniche relative all’acquisto e gli estratti conto corrente da cui emergano i pagamenti connessi alle fatture elettroniche e relative all’acquisto dell’infrastruttura di ricarica. Sempre per quanto riguarda il bonus colonnine per condomini, i pagamenti dei titoli di spesa devono essere effettuati mediante conto corrente intestato al soggetto beneficiario ed esclusivamente mediante bonifici bancari o SEPA Credito Transfer. Occorre, infine, l’idonea certificazione di conformità rilasciata da un installatore.

Infine, quando si parla di bonus colonnine, bisogna dire che entro 90 giorni dalla data di chiusura della piattaforma, il MINIT emana il decreto di concessione ed erogazione contributi, rispettando l’ordine cronologico di ricezione delle domande, fino all’esaurimento fondi. Una volta svolti tutti gli esami del caso, viene effettuato l’accreditamento del contributo direttamente sul conto corrente dei soggetti beneficiari. Chi volesse valutare tutti i vantaggi di una vettura elettrica può considerare e diverse offerte per privati e le offerte per aziende e partite Iva.

Il bonus colonnine elettriche rappresenta un'opportunità imperdibile per chi desidera abbracciare la mobilità sostenibile. Con incentivi così generosi e un crescente numero di punti di ricarica disponibili, non c'è mai stato un momento migliore per investire in un futuro elettrico. La transizione verso una mobilità più pulita e sostenibile è già in corso, e con iniziative come questa, l'Italia si posiziona come leader nel settore.

Valentino Arnone
Scritto da:

Valentino Arnone

Valentino Arnone è un articolista che si occupa del settore automotive, rimanendo sempre aggiornato sulle novità e seguendo i principali eventi di settore.

Cosa facciamo per te

Siamo un’azienda di professionisti, esperti nel vasto settore del noleggio a lungo termine auto, per privati e per business. Sul nostro portale potrai trovare facilmente risposta alle tue esigenze di mobilità, selezionando le offerte auto migliori per prezzo e optional inclusi. Ma non finisce qui: ti aiutiamo a finalizzare per telefono la tua scelta, seguendoti in ogni fase del processo e rendendo tutto più semplice e sicuro. Se vuoi conoscerci di persona, vienici a trovare! Siamo nel centro di Torino, con il nostro primo store fisico.movenzia.com è la Digital Company del noleggio a lungo termine.