Divieto circolazione auto vecchie: normativa e regole

Fiat Panda

1.0 FireFly S&S Hybrid

Consegna Rapida

City car & Compact
Ibrido

da 196€

al mese IVA Inclusa

48 mesi / 15000 km annui / Anticipo 4000€

INCENTIVI YOYO

Jeep Avenger

1.2 Turbo Longitude

Offerta Esclusiva

Suv
Benzina

da 299€

al mese IVA Inclusa

36 mesi / 30000 km annui / Anticipo 6000€

INCENTIVI YOYO

Nissan Qashqai

1.3 MHEV 158 Business Xtronic

QASHQAI 1.3 MHEV 140 Business noleggio lungo termine

Consegna Rapida

Suv
Ibrido

da 364€

al mese IVA Inclusa

36 mesi / 10000 km annui / Anticipo 6000€

INCENTIVI YOYO

divieto circolazione auto vecchie

Guidare auto storiche e vintage è sicuramente molto interessante e stimolante, bisogna, però, tener conto del divieto circolazione auto vecchie così da non andare incontro a possibili sanzioni. Sulla base dell’art.60 del codice della strada, infatti, si stabilisce che non tutti i veicoli possono essere considerasti storici. Le vetture che rientrano nella definizione di “storiche” possono essere autoveicoli, motoveicoli, ciclomotori o macchine agricole.

A loro volta, inoltre, i veicoli storici possono essere classificati in veicoli d’epoca e veicoli di interesse storico e collezionistico. Spesso si sente dire che auto vecchie non possono circolare, ma cosa si intende, esattamente, per “vecchie”?

Cerchiamo di fare un po' di chiarezza soffermandoci sulle regole di circolazione delle auto storiche e d’epoca. Chi non volesse avere problemi di circolazione può comunque consultare in qualsiasi momento le tante offerte di noleggio a lungo termine per privati e per aziende e partite Iva, una soluzione alternativa all’acquisto che consente di concentrarsi unicamente sulla guida.

Divieto circolazione auto vecchie d’epoca: cosa sapere

Per quanto riguarda il divieto circolazione auto vecchie, iniziamo a parlare delle auto d’epoca. Tali veicoli sono destinati alla conservazione in musei o in locali privati e pubblici. Di conseguenza esiste un divieto circolazione auto vecchie d’epoca su strada, questo perché non sono in possesso dei requisiti, dei dispositivi e degli equipaggiamenti che sono necessari per legge per la circolazione.

Non solo, tutti i veicoli d’epoca risultano cancellati dal PRA e sono iscritti in un elenco apposito depositato presso il Centro storico del Dipartimento per i trasporti terrestri. Per quanto concerne le vetture d’epoca, queste auto vecchie possono circolare solamente in occasione di raduni o manifestazioni, e comunque sempre previa autorizzazione del Dipartimento per i trasporti terrestri, si veda il foglio di via e la targa provvisoria.

Divieto circolazione auto vecchie storiche: tutte le info

Per auto storiche si intendono dei veicoli costruiti da almeno 30 anni e iscritti in uno dei Registri elencati nell’art. 60 del codice della strada, ovvero i registri ASI, lo Storico Lancia, il registro italiano Fiat, il registro Italiano Alfa Romeo e il registro storico FMI. Le auto per essere considerate storiche devono essere in possesso del Certificato di Rilevanza Storica del mezzo, ovvero una certificazione che attesti la data di costruzione e le caratteristiche tecniche della vettura.

Non solo, le auto storiche devono conservare le caratteristiche originarie di fabbricazione ed essere iscritte al PRA. Le auto vecchie possono circolare, se considerate storiche, su strada, ma solo se rispettano le prescrizioni dettate per questi veicoli per quanto riguarda il sistema di frenatura, i dispositivi di segnalazione acustica, i silenziatori, i tubi di scarico, segnalazione visiva e illuminazione, specchietti retrovisori, sospensioni e gomme.

Inoltre, per essere ritenute auto storiche, devono essere sottoposte a revisione ogni due anni. Possiamo, quindi, dire, che il divieto circolazione auto vecchie non riguarda le vetture storiche. Prima del 2015 le auto potevano essere ritenute storiche solo dopo 20 anni. A partire da tale data, grazie alla Legge di Stabilità, le auto devono aver raggiunto il trentesimo anniversario dall’immatricolazione per essere storiche.

Auto storiche e auto d’epoca: le differenze

Il divieto circolazione auto vecchie è proprio una delle differenze esistenti tra auto storiche e auto d’epoca. Una delle differenze tra auto storica e auto d’epoca è proprio la possibilità di circolare su strada senza problemi. Nel caso delle auto storiche, è bene ricordarlo, l’auto non può essere utilizzata a fini commerciali ma può circolare liberamente, non si parla quindi di divieto circolazione auto vecchie. Le auto d’epoca invece, e questa è la differenza sostanziale, possono circolare solamente quando autorizzate e solo per operazioni relative al trasferimento del mezzo. Le auto storiche, a differenza di quelle d’epoca, godono anche di una serie di vantaggi dal punto di vista economico.

Ciò significa che dai 20 ai 29 anni di età le auto storiche godono di una riduzione della tassa di circolazione. A partire dal trentesimo anno, invece, le vetture storiche possono non pagare il bollo auto. E per quanto riguarda** l’assicurazione**? Le auto storiche godono di interessanti agevolazioni, con molte compagnie assicurative che propongono delle polizze su misura con i costi che risultano decisamente più convenienti di una normale assicurazione.

Verso una mobilità sostenibile

In moltissime delle nostre città le auto troppo vecchie non possono circolare. Si tratta in primis di un modo per tutelare l’ambiente, ancor più che la decisione di vietare la circolazione delle auto considerate "troppo vecchie" non è soltanto una scelta di politica ambientale, ma rappresenta un cambio di paradigma verso una mobilità più sostenibile e responsabile. La questione centrale di questa politica è l'impatto significativo che i veicoli più vecchi hanno sull'ambiente.

Spesso privi dei sistemi di controllo delle emissioni presenti nei modelli più recenti, questi veicoli emettono quantità maggiori di inquinanti, tra cui ossidi di azoto e particolato fine, noti per i loro effetti nocivi sulla salute umana e sull'ambiente. Una delle misure più efficaci adottate da diverse città europee e mondiali è l'introduzione delle Zone a Basse Emissioni (ZBE), aree in cui l'accesso è limitato o vietato ai veicoli più inquinanti.

Maurizio Darpin
Scritto da:

Maurizio Darpin

Maurizio Darpin si occupa di scrittura di articoli, guide e news a tema automotive, unendo la sua curiosità e l'esperienza maturata in tanti anni.

Cosa facciamo per te

Siamo un’azienda di professionisti, esperti nel vasto settore del noleggio a lungo termine auto, per privati e per business. Sul nostro portale potrai trovare facilmente risposta alle tue esigenze di mobilità, selezionando le offerte auto migliori per prezzo e optional inclusi. Ma non finisce qui: ti aiutiamo a finalizzare per telefono la tua scelta, seguendoti in ogni fase del processo e rendendo tutto più semplice e sicuro. Se vuoi conoscerci di persona, vienici a trovare! Siamo nel centro di Torino, con il nostro primo store fisico.movenzia.com è la Digital Company del noleggio a lungo termine.